In Congo Minori tra i poveri

In Congo Minori tra i poveri

In Africa i Frati Minori sono presenti da molti anni in Congo Brazzaville e da qualche anno anche in Sud Sudan, nella città di Juba, dove francescani  appartenenti alla  Fraternità internazionale alle dipendenza del Ministro generale dell’Ordine dei Frati Minori, testimoniano il Vangelo stando tra la gente come voleva Francesco d’Assisi.

La realtà dei ragazzi di strada è una delle realtà più drammatiche nei paesi in via di sviluppo e anche in Congo è una delle povertà con cui l’impatto è più forte. Si tratta di bambini costretti alla strada dalla miseria e dalla povertà.

Le loro storie sono tra le più disparate ma tutte accomunate da un’unica ricerca, la sopravvivenza. Questi bambini scelgono, o sono costretti a scegliere, la sopravvivenza lontano dalla famiglia. Per strada la sopravvivenza diventa ancora più dura e questi bambini devono “adattarsi” a tutto anche a rubare o prostituirsi.

Ma sono bambini e sono più che mai vulnerabili. I ragazzi che vengono aiutati sono reduci da abbandono familiare o da situazioni di enorme disagio.

Spesso si tratta di ragazzi cosiddetti “invisibili”, abbandonati alla nascita, perciò non riconosciuti: essi non godono di alcun diritto e vivono non solo nelle zone fatiscenti della città, ma anche dispersi tra i boschi e le radure.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.