Mons.Corrado Lorefice, Pasqua di resurrezione dopo virus

Mons.Corrado Lorefice, Pasqua di resurrezione dopo virus

La Pasqua come riscatto dopo un lungo periodo pieno di dolore e di lutti. E’ il concetto ribadito da Mons.Corrado Lorefice, arcivescovo di Palermo, nel corso dell’omelia nella messa della veglia pasquale.
La Pasqua di Gesù – ha detto il presule – si ripete, si attua qui, ora. Per me per voi, per tutti i rinati nel battesimo. Ma anche per tutti gli uomini e le donne che conoscono le acque travolgenti delle tempeste umane, che partecipano al gemito della storia. La Pasqua di Gesù intercetta il desiderio di vita, di bene, di felicità, di liberazione di riscatto che si innalza ogni giorno dalla casa comune che è la Terra. Oggi riceviamo anche noi come le donne al Sepolcro questo mandato. È la Galilea della nostra vita, in questo momento intrisa di paura, di sospensione, di precarietà, di lutti, povertà vecchie e nuove, violenze, respingimenti, ingiustizie, solitudini”.

 “La Pasqua di Cristo – ha aggiunto mons. Lorefice – è il lievito dell’intera storia. Anche questa nostra storia è parte dell’unica storia della salvezza di Dio”.

Nel corso della Veglia Pasquale, l’Arcivescovo ha ammesso ai Sacramenti dell’iniziazione cristiana otto adulti preparati dal Servizio Diocesano per il catecumenato.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.