Testimoni. Ventitré preti morti di Covid a Marzo

Testimoni. Ventitré preti morti di Covid a Marzo

Il mese di marzo si è chiuso con un bilancio molto pesante per il clero italiano: il virus ha colpito decine di sacerdoti, 23 non ce l’hanno fatta. Da inizio pandemia bilancio vicino a 270 vittime

La morte dei sacerdoti contagiati dal Covid lascia dietro di sé una scia di dolore ma anche di gratitudine. Le storie dei preti italiani strappati dal virus sono tutte segnate dalla consapevolezza che ciascuno di loro è stato un dono grazie al quale sono nate opere, vocazioni, famiglie, sono state curate ferite, sanate divisioni, superate crisi. La loro è stata una presenza determinante, e la morte lascia la consapevolezza di dover ringraziare per tutto ciò che si è ricevuto da questi uomini di Dio miti, forti, umani, semplici, colti, coraggiosi, ciascuno con i propri carismi. Il mese di marzo è stato uno dei più drammatici per i sacerdoti italiani con 23 vittime del Covid.

Del sacrificio dei preti italiani ha dato conto il bel libro di Riccardo Benotti Covid-19. Preti in prima linea (San Paolo). Perché abbiamo un dovere di memoria.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.