Libri: Favaloro, il chirurgo messinese che inventò il bypass aortico

Libri: Favaloro, il chirurgo messinese che inventò il bypass aortico

I suoi nonni erano originari dell’isola di Salina, abitavano a Valdichiesa, dove possedevano vigne; inoltre, avevano un piccolo veliero e commerciavano la malvasia nel Mediterraneo. A causa della fillossera, che nel 1890 distrusse le viti, una parte della famiglia del professor René Geronimo Favaloro emigrò in Argentina, dove si dedicò al piccolo commercio al dettaglio.

Lì nacque il futuro chirurgo che inventò il bypass aorto-coronarico.

La sua storia è raccontata nel libro biografico di Luca Serafini “Sigue vivo. Chi ha ucciso Renè G. Favaloro?” (Giambra Editori, pp, 376, 15 euro).

Il primo bypass fu impiantato nel 1967, presso la “Cleveland Clinic” in Ohio, Stati Uniti. Serafini, ripercorre la vita e la tragica morte del rivoluzionario medico che ha cambiato la storia della chirurgia.

La Fondazione che oggi porta il nome dello scienziato, non trovò il necessario sostegno economico nel Ministero della salute argentino e Favaloro, per supportare l’ente, fu costretto a sobbarcarsi una grande mole di debiti che lo condusse al tracollo finanziario. E, di conseguenza, anche a quello psichico visto che, nel primo pomeriggio dell’8 luglio 2000 si suicidò con un colpo di pistola nella sua casa di Buenos Aires.

Favaloro, fu l’ultima volta in Sicilia nel 1999, per essere insignito della cittadinanza onoraria a Salina

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *