Potami

Potami

di Ivana Risitano – Potami. Questo io ti chiedo. Se ci sono parti morte, levale. Se un’occlusione blocca il passaggio della linfa, toglila. Fai saltare i miei schemi limitanti. Allarga la mia visione sul mondo e sulle cose. Fai saltare i chiavistelli. Bagna le parti aride.

Espandi le zone anguste. Non eliminare i miei difetti, ma rendili possibilità.

Non illuminare tutte le mie zone oscure: le ombre servono alla luce. Non tranciare la zizzania, perché non muoia anche il grano. Addolcisci gli spigoli.

Colora i grigi, ma non tutti. I bianco e nero, quelli sì, non me li fare rendere idoli: ché la vita è molto più complessa.

Pota l’arroganza, rendila autostima. Pota la violenza, rendila passione. Pota la paura, rendila umiltà. Pota l’egoismo, rendilo amore per me.

Tu che sei più grande del nostro cuore e conosci ogni cosa, tu che ami la mia pianta e non vuoi che sia altro da ciò che è, pota per far fiorire, annaffia e accarezza.

Taglia solo ciò che annulla il passaggio della Vita:

mantieni e rinforza ciò che ci tiene attaccati alla Vita!

(Foto: Raffaella Nardone)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *