Istituto Arrupe Palermo, al via laboratorio alla cittadinanza globale e creativa

Istituto Arrupe Palermo, al via laboratorio alla cittadinanza globale e creativa

Al via il laboratorio di formazione, per giovani leader, alla cittadinanza globale e creativa “Costruire comunità inclusive e generative”, promosso dall’Istituto Arrupe all’interno del progetto Prisma. Una possibilità per i giovani migranti assieme ad altri giovani residenti nel territorio siciliano di realizzare un’esperienza di riflessione e azione trasformativa e partecipata sul campo.
Finalità del laboratorio è promuovere una politica popolare attraverso una formazione alla leadership territoriale diffusa dei giovani: una politica di prossimità, di connessioni, di comunità, etica, interculturale e intergenerazionale. La progettazione partecipata è stata condivisa con un gruppo di giovani e di realtà associative del territorio che parteciperanno ciascuno in base alle proprie competenze e appartenenze territoriali ad offrire un loro contributo al percorso di formazione, coinvolgendo direttamente i giovani e le loro associazioni come esperti in un percorso di auto-formazione reciproca.

I giovani provengono dalle quattro città siciliane coinvolte all’interno del progetto Prisma: Palermo, Catania, Messina e Trapani. Si è creata così una prima rete di Associazioni referenti per territorio che hanno collaborato alla progettazione partecipata: MoltiVolti (Palermo) Migrantes (Messina), progetto Sottosopra – Save The Children (Catania), cooperativa sociale Badia Grande (Trapani), alle quali si sono aggiunte altre realtà associative giovanili (Associazione Politeia, ArteMigrante, Associazione “Tu sei la città”, Africa solidale, Contadinazioni, Giocherenda, Istituto Gonzaga, Marginal, Centro diaconale “La Noce – Istituto Valdese”, i giovani del Centro Tau) che daranno il loro contributo ai cinque focus group e alla formazione intensiva prevista durante il percorso formativo.

L’iscrizione al laboratorio è gratuita e aperta a tutti i giovani che lo desiderano e prevede cinque focus group e un gruppo di lettura che si svolgeranno online dalle 18 alle 20, sulle seguenti tematiche e nelle seguenti date tra maggio e giugno 2021: processi di rigenerazione e trasformazione urbana (6 maggio); economia civile, circolare e di comunità (13 maggio); democratizzazione della cultura (20 maggio); geopolitica ed equilibri internazionali (27 maggio); strumenti di partecipazione (10 giugno); gruppo di lettura e confronto critico (17 giugno).

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.