Croce Rossa celebra i suoi volontari con la campagna #Inarrestabili

Croce Rossa celebra i suoi volontari con la campagna #Inarrestabili

L’8 maggio ricorre la Giornata mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, che quest’anno sarà la celebrazione dell’enorme sforzo dei volontari della Cri, tanto in prima linea nella lotta alla pandemia quanto in tutte le altre attività che hanno continuato a portare avanti senza sosta. Per questo la Croce Rossa ha messo in campo numerose iniziative per una Giornata che riconosca il lavoro degli oltre 150mila volontari Cri in tutta Italia e anche delle circa 50mila persone che hanno richiesto di aderire al programma di “volontariato temporaneo”. Sui canali social la campagna ha l’hashtag #Inarrestabili e a livello internazionale #Unstoppable, lanciato dalla Federazione internazionale di Croce rossa e Mezzaluna rossa.

Inarrestabile l’operato della Croce rossa su tutti i fronti. Oltre all’enorme attività sul fronte del Coronavirus e l’attuale impegno nella campagna vaccinale (i centri hanno già somministrato oltre 100mila dosi di vaccino in tutta Italia e solo ad oggi stanno effettuando una media di circa 1000 tamponi gratuiti al giorno nelle due strutture presso le Stazioni di Milano e Roma e, da maggio, in tante altre città italiane), ha consegnato oltre 160mila pacchi alimentari e quasi 35mila consegne di buoni spesa a persone e famiglie bisognose.

In 90 Comuni italiani le Unità di strada hanno operato in supporto delle persone senza dimora, e non ha avuto sosta la donazione del sangue. La Centrale di risposta nazionale ha dato ascolto e supportato oltre 160mila richieste che, sommate all’attività dei Comitati, arriva a oltre 500mila servizi erogati e registrati.

“Oltre un milione e mezzo di giorni di volontariato dall’inizio della pandemia – sintetizza Francesco Rocca, presidente Croce rossa italiana e Federazione internazionale -. Siamo ancora nel mezzo della pandemia e non possiamo certo festeggiare, ma celebrare questa straordinaria risposta umana nella difficoltà sì, perché da questo spirito scaturisce la ripartenza”.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.