Solidarietà al Vescovo di Piazza Armerina: “Attacchi mediatici tendenti a denigrare e screditare”

Solidarietà al Vescovo di Piazza Armerina: “Attacchi mediatici tendenti a denigrare e screditare”

Di fronte agli attacchi mediatici strumentali da parte di blogger e operatori della comunicazione, tendenti a denigrare e screditare – anche attraverso calunnie – l’operato del vescovo mons. Rosario Gisana nella vicenda del sacerdote Giuseppe Rugolo, la Diocesi di Piazza Armerina vuole stringersi attorno al suo pastore per manifestargli vicinanza e solidarietà”. Con queste parole il settimanale diocesano di Piazza Armerina Settegiorni, annuncia di aver promosso una sottoscrizione on line di solidarietà al vescovo Mons. Rosario Gisana.

Tutto è avvenuto da quando il Sacerdote Don Giuseppe Rugolo che è stato parroco nella parrocchia di San Cataldo di Enna nella diocesi guidata da Mons. Gisana, è agli arresti domiciliari dallo scorso 27 aprile, a Ferrara, per violenza sessuale aggravata.

Il Vescovo di Piazza Armerina alla notizia dell’arresto del sacerdote ha dichiarato quanto segue: Ho appreso dalla nota stampa congiunta della Questura e Procura della Repubblica di Enna, la notizia della restrizione agli arresti domiciliari del sacerdote Giuseppe Rugolo appartenente a questa Diocesi di Piazza Armerina. Le accuse contestategli, se accertate, sono certamente un fatto grave, sia sotto l’aspetto penale che morale.

Esprimo la mia vicinanza alla comunità ecclesiale di Enna, tenendo conto che vicende come questa creano comprensibile turbamento nella comunità dei credenti. Per questa ragione fin da subito ho prestato la mia totale disponibilità agli organi inquirenti ed ho avviato gli accertamenti in mio potere a garanzia della massima trasparenza possibile.

Alle presunte vittime assicuro la mia preghiera confidando che l’opera della Magistratura saprà fare luce al più presto sulla verità dei fatti”.

Dichiarazioni o operato che sicuramente visto gli attacchi mediatici non sono state gradite a chi si as pettava un presa di posizione diversa da parte del vescovo.

La nota che appare anche sulla pagina della diocesi di Piazza Armerina conclude con l’invito a firmare la petizione come attestato di solidarietà a favore del Vescovo Gisana.

https://www.change.org/…/nessun-cambiamento-solidariet…

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.