Le Sorelle Clarisse si uniscono alla Rete di Preghiera per la Cura del Creato

Le Sorelle Clarisse si uniscono alla Rete di Preghiera per la Cura del Creato

Nell’ambito della Settimana Laudato Si’ 2021 che avrà termine domani,  è stata creata la piattaforma “Rete di preghiera per la Cura del Creato”, una rete di comunità impegnate per la guarigione della nostra casa comune. Dall’Ufficio GPIC )Giustizia Pace e Itegrità del Creato) dell’Ordine dei Frati Minori, con il sostegno del Pro Monialibus, sono state invitate le Sorelle Clarisse, le Sorelle Cappuccine e le Sorelle Concezioniste a far parte di questa rete.

Sono diversi i Monasteri sparsi nel mondo  che si sono uniti. Le risposte ricevute sono segno di speranza e fraternità, eccone alcune:

“Abbiamo ricevuto il vostro messaggio, ci siamo già iscritte; contate, come è stato fino ad ora, sulla nostra incondizionata presenza di preghiera. Liddove possiamo essere a servizio, lì siamo state chiamate”.

“Accettiamo volentieri un invito così bello a far parte di questo impegno del nostro amato Ordine Francescano, per la sensibilizzazione nella cura e protezione della nostra casa comune. Il Signore benedica e generi tanti frutti con questa iniziativa per crescere sempre di più”.

Cosa fa la rete di preghiera?

La rete si unisce nella preghiera per il creato e per quelli tra noi più vulnerabili. La rete di preghiera accompagna le specie e la vita non umana più colpite dal clima e dall’ingiustizia ecologica e si unisce alle istituzioni cattoliche di tutto il mondo per aiutare più persone a prendersi cura del creato e avviare la loro conversione ecologica.

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *