Controversia San Fratello – Acquedolci, la Presidente Morello: “Dal comune di San Fratello pieno appoggio alla comunità di Acquedolci”

Controversia San Fratello – Acquedolci, la Presidente Morello: “Dal comune di San Fratello pieno appoggio alla comunità di Acquedolci”

di Salvatore Di Bartolo – Una vicenda che si trascina ormai da decenni quella che vede protagoniste le comunità di San Fratello ed Acquedolci, esattamente dal 1969, anno in cui Acquedolci, fino ad allora frazione di San Fratello, divenne comune autonomo. Da quel momento, dopo svariate sentenze, commissioni, progetti e delibere consiliari relative la spartizione territoriale, si giunse alla definizione della controversia con l’assegnazione dei terreni boschivi al comune di San Fratello e di una somma in denaro pari a circa un milione di euro da parte della Regione Siciliana al comune di Acquedolci. 

Nel marzo 2021, tuttavia, subito dopo la pubblicazione dell’ultima sentenza mirante per l’appunto a regolare le suddette controversie, si sono susseguite tutta una serie di incomprensioni tra le due comunità nebroidee. 

Per porre fine a tali incomprensioni ed evitare di alimentare sterili polemiche, il Presidente del Consiglio comunale di San Fratello, Benedetta Morello, ha portato in consiglio comunale, nella seduta del 29 Maggio 2021, la trattazione dell’argomento: “Dalla discussione in Consiglio Comunale, non è partita nessuna alzata di scudi, nessuna offesa o derisione nei confronti di nessuno, nessuna illazione – ci tiene a precisare la Presidente Morello – bensì una conferma di quanto espresso con delibera consiliare del 05.11.2010, che riportava la precisazione: Il Comune di Acquedolci nulla avrà a pretendere dal Comune di San Fratello nel caso in cui la Regione non dovesse onorare gli impegni finanziari. Nessuno vuole mettere in dubbio quello che spetta al comune di Acquedolci, ma di certo oggi, ad oltre 50 anni dalla scissione ed 11 dall’adozione delle delibere di consiglio di entrambi i comuni, non si possono rimescolare le carte in tavola. Sono stati raggiunti degli accordi e quelli mai verranno messi in discussione. La posizione di San Fratello, è ferma”.

Tutta l’assise, all’unanimità dei presenti, Presidente e Consiglieri di maggioranza e minoranza, Sindaco e Assessori ha manifestato pieno appoggio alla comunità di Acquedolci affinchè non si senta sola in questa battaglia”, ha proseguito la Morello.

Il Sindaco di San Fratello, Dott. Salvatore Sidoti Pinto, ha inoltre sentito più volte telefonicamente il Sindaco di Acquedolci, Avv. Alvaro Riolo, comunicando allo stesso che, non appena sarà ricevuto dal Presidente della Regione, sarà bel lieto di accompagnarlo. San Fratello e Acquedolci sono due comunità distinte e separate ormai da anni, ma senza dubbio legate da sentimenti di affetto, vicinanza e solidarietà”, questa la conciliante conclusione di Benedetta Morello. 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *