Messina. “Aggiungi un posto a Tavola” , l’iniziativa dei Francescani del Santuario di Lourdes per far cenare i clochard

Messina. “Aggiungi un posto a Tavola” , l’iniziativa dei Francescani del Santuario di Lourdes per far cenare i clochard

di FraPè- Ha riscosso grande successo l’invito dei Frati Minori del Santuario Nostra Signora di Lourdes di Messina che ieri hanno  posto ai fedeli. Con molta semplicità è stato  chiesto aiuto per la preparazione del cibo da portare per le vie della città ai fratelli e sorelle che non hanno la possibilità di un pasto serale.

L’iniziativa che prende il nome da un’antica canzone degli anni 70, “Aggiungi un posto a tavola”, è nata diversi mesi fa, per far si che i clochard sabato e domenica sera potessero avere un pasto. Da lunedì sino a venerdì è la Croce Rossa a svolgere il servizio dell’Unità di Strada, sabato e domenica vengono rimpiazzati dai Francescani dell‘Ofs e da giovani volontari.

Durante questo inverno coloro che vivono per strada sono aumentati e diversi di loro vivono in strutture abbandonate senza acqua e senza luce.

I francescani che come sappiamo vivono di provvidenza e del proprio lavoro, non attingono a nessun finanziamento, e non ricevendo aiuto come altre  associazioni cittadine che puntualmente ricevono sostegni economici e buoni spesa da diversi enti sia privati che pubblici, hanno chiesto ai propri fedeli che settimanalmente frequentano il Santuario di collaborare alla preparazione del pasto che poi viene diviso la domenica sera dai giovani volontari accompagnati dai fratelli e sorelle dell’Ordine Francescano Secolare.

L’iniziativa “Aggiungi un posto a tavola” consiste nel fare una porzione  in più durante la preparazione del pranzo domenicale come se si avesse un’ospite in famiglia. Tutto ciò che normalmente si consuma la domenica: un primo, un secondo, del pane, una frutta o un dolce, si mette in un contenitore preferibilmente di alluminio, per poi portarlo presso il Santuario di Lourdes sul Viale regina Margherita.

Preparare 100 grammi in più di pasta e una fettina con un contorno non costa nulla e si fa felice una persona.

La risposta della gente del Santuario e delle persone che sono state coinvolte dai propri amici o parenti che frequentano i francescani è stata semplicemente grandiosa, grazie alla loro generosità più di 50 persone ieri sera hanno potuto cenare.

Dalla Caronte sino a Villa Dante, passando per diverse zone e strutture abbandonate, per dare non solo pane ma per farsi pane, relazione… per donare un sorriso, amicizia e percorrere un pezzo di strada assieme con chi è volto di Cristo incontrato nell’Eucarestia in un giorno particolarmente importante per il cristiano: il Corpus Domini, per prendere consapevolezza che i poveri – come dice Papa Francesco – sono carne di Cristo.

 

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.