Ambiente: 12 mila persone a giornate Fai primavera

Ambiente: 12 mila persone a giornate Fai primavera

 “Le Giornate Fai di Primavera sono state un forte segnale di ripartenza che ha posto al centro della vita dei siciliani i beni culturali e l’ambiente e, sono certo, ha contribuito a ridare ai cittadini speranza e fiducia nel futuro“. Lo dice il presidente regionale FAI Sicilia, Giuseppe Taibi, a conclusione delle giornate Fai di Primavera.

Nel weekend appena trascorso 12 mila visitatori si sono messi in coda per scoprire la straordinaria bellezza dei 44 siti siciliani aperti grazie al fondamentale supporto dei volontari e degli Apprendisti Ciceroni delle scuole.

Una presenza massiccia che ha visto il contributo dell’Arma dei Carabinieri che in Sicilia ha permesso l’apertura di sette caserme storiche: “Apriamo le nostre Caserme al Fai per testimoniare la vicinanza dell’Istituzione ai cittadini”, ha detto il Comandante della Legione Carabinieri “Sicilia”, Generale di Brigata Rosario Castello.

L’ Orto Botanico di Catania è stato il più visitato, seguito da Forte Ogliastri a Messina, dal Giardino della Kolymbethra nella Valle dei Templi di Agrigento e dalla Caserma Dalla Chiesa a Palermo.

A piccoli gruppi e nel rispetto delle norme di sicurezza, dunque, numerosi cittadini si sono scoperti interessati turisti della propria terra, contribuendo, così, così alla missione del Fai: far conoscere e difendere l’ambiente inteso come intreccio di natura, storia e cultura.

(ANSA).

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *