Muore a 15 mesi tentando di attraversare la Manica con la famiglia. Il corpo ritrovato in Norvegia

Muore a 15 mesi tentando di attraversare la Manica con la famiglia. Il corpo ritrovato in Norvegia

di FraPè – “Dio di misericordia, Ti preghiamo per tutti gli uomini, le donne e i bambini, che sono morti dopo aver lasciato le loro terre in cerca di una vita migliore”.
 Questa tuta apparteneva a un bambino curdo di 15 mesi, morto con la famiglia nel tentativo di attraversare la Manica il cadavere rinvenuto sulle coste della Norvegia. Lo ha rivelato la polizia norvegese che è arrivata all’identificazione attraverso un’esame comparato del dna.
Il  corpicino ritrovato sulle coste della Norvegia appartiene ad Artin,  morto insieme a quattro membri della sua famiglia curdo-iraniana quando la barca su cui viaggiavano è affondata, a ottobre, mentre tentavano di raggiungere il Regno Unito dalla Francia. Il gruppo aveva risalito anche tutta l’Italia dopo essere sbarcato sulle coste della Puglia.
Il corpo del piccolo Artin è stato ritrovato il 1° gennaio e le autorità norvegesi ne hanno dato notizia ieri.
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *