Scrittrici emergenti: Monica Spatola e suoi romanzi

Scrittrici emergenti: Monica Spatola e suoi romanzi

di Salvo Pisciotta – Palermitana, 40 anni, sposa e mamma di una famiglia numerosa, ben cinque figli, Monica Spatola è senza dubbio una delle giovani scrittrici emergenti.
Appassionata di arte e musica, considera, come amici preziosi, “carta e penna”, che l’hanno sempre accompagnata nella vita, ma soprattutto nella scrittura di poesie e racconti brevi. Nel 2017 ha pubblicato il suo primo romanzo, “Se mi odi, non mi ami”, con la casa editrice Il Seme Bianco, e poi con una seconda edizione con la Ultra del gruppo Lit Edizioni.

Monica Spatola, vincendo una “scommessa” con il padre, ma soprattutto per voglia di riscatto di se stessa. Il testo in parte autobiografico fa, infatti, riflettere sulle incongruenze sociali tipiche della Sicilia. Terra in cui spesso le donne rinunciano alla propria realizzazione per la famiglia e gli uomini. Ma
quello che il libro trasmette e che, anche, “amando” si dovrebbe capire che la vita e una e che ognuno merita di trovare la sua strada, sociale, emotiva eccetera. Anche nella stesura dei libri successivi, Monica Spatola, mantiene la stessa attenzione ai sentimenti continuando nell’intento di quello che aveva dichiarato alla sua prima intervista dopo la pubblicazione del suo primo romanzo “Spero che possa emozionare“.

Nel 2020 ha, infatti, pubblicato il romanzo “Latin Lover” e nello stesso anno, il romanzo epistolare “A casa”. Diario di una pandemia, scritto a quattro mani con l’autrice Rita Massaro. Lo scorso anno, invece ha scritto Ogni notte a NewYork”. Classificata seconda, alla XVII edizione del concorso letterario : Viaggi di versi, con la poesia “il cercatore d’oro” che si è tenuto a Roma lo scorso settembre. Insieme a Rita Massaro, ha creato l’ agenzia di servizi editoriali e ghostwriting “Il Velo dipinto” . Sempre per la stessa agenzia dal 2019 fa parte della giuria della kermesse culturale MarteLive.  In cantiere c’è un nuovo romanzo che pubblicherà molto presto. Monica Spatola,sicuramente non resterà, nel panorama lettererario, un nome sconosciuto per sempre.

“Non aver paura di sognare cose grandi”-dice Papa Francesco e lei gli sta dando retta.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *