Il Signore di tutti

Il Signore di tutti

di Suor Cristiana Scandura – “Una donna, la cui figlioletta era posseduta da uno spirito impuro, appena seppe di lui, andò e si getto ai suoi piedi” (Mc 7, 25). La liberazione dal demonio operata da Gesù in favore della figlioletta di una donna di origine siro-fenicia, mostra un aspetto fondamentale della novità portata da Cristo, cioè la salvezza offerta a tutti i popoli.

Nel suo discorso davanti al sinedrio, Pietro proclama: «In nessun altro c’è salvezza; non vi è infatti altro nome dato agli uomini sotto il cielo nel quale dobbiamo essere salvati» (At 4,12). Lo stesso apostolo aggiunge inoltre che Gesù Cristo «è il Signore di tutti»; «è il giudice dei vivi e dei morti costituito da Dio»; per cui «chiunque crede in lui ottiene la remissione dei peccati per mezzo del suo nome» (At 10,36.42.43).

In questo senso si può e si deve dire che Gesù Cristo ha un significato e un valore per il genere umano e la sua storia, singolare e unico, a lui solo proprio, esclusivo, universale, assoluto. Gesù è, infatti, il Verbo di Dio fatto uomo per la salvezza di tutti. Egli è il fine della storia umana, il punto focale dei desideri della storia e della civiltà, il centro del genere umano, la gioia d’ogni cuore, la pienezza delle loro aspirazioni.

Possa la vita di ogni cristiano essere riflesso e trasparenza di quella di Cristo Gesù Signore, perché chi guarda noi possa vedere Lui ed essere raggiunto dal Suo amore salvifico.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.