Siracusa .Turisti cinesi vogliono vedere il Caravaggio e scoprono chi ha tradotto la Bibbia in cinese

Siracusa .Turisti cinesi vogliono vedere il Caravaggio e scoprono chi ha tradotto la Bibbia in cinese

di FraPè – In questo periodo turisti di ogni nazionalità “invadono” la nostra Sicilia per scrutarne i tesori, la bellezza, immergersi nella storia, nella cultura e nell’arte e anche nella spiritualità di cui la nostra terra ne è ricca.

Ieri domenica 17 Luglio 2022, due cinesi che stavano visitando Siracusa, (non certo diventata famosa per la sfilata di alata moda di qualche giorno fa degli stilisti Dolce e Gabbana), sono entrati nella Basilica Santuario Santa Lucia al Sepolcro per conoscere la Santa Siracusana e ammirare il quadro del Caravaggio custodito in questa chiesa retta dai Frati Minori. I due turisti vengono però distratti da qualcos’altro: la loro attenzione si volge su un dipinto che raffigura il Beato Gabriele Maria Allegra, in questo dipinto c’è una frase in cinese che li colpisce.

Fra Daniele Cugnata parroco e rettore del Santuario, grazie ai mezzi che l’odierna tecnologia ci offre riesce a spiegare ai turisti cinesi sempre più incuriositi che quel frate rappresentato nel dipinto è Fra Gabriele Allegra originario di San Giovanni La Punta, missionario in Cina dal 1931 al 1976 anno in cui morì. Grazie a questo frate oggi Beato, il popolo cinese ha la traduzione della Sacra scrittura nella propria lingua. I due turisti emozionati per questa scoperta hanno letto il prologo di San Giovanni nella bibbia tradotta da Fra Gabriele che, fra Daniele gli ha mostrato, per poi continuare a leggere altri passi del Vangelo nella loro lingua.

Sentire pronunciare il Vangelo nella loro lingua, ha emozionato anche me.- afferma Fra Daniele – Leggevano “Parole” nuove cariche di speranza che hanno dato loro pace e quiete al cuore. Una cosa ci accomuna: la Parola di Dio che proclamata diventa motivo di incontro e di comunione. Alla fine ho imparato una parola in cinese: Xièxiè nǐ significa GRAZIE. Questo è quello che hanno detto e fatto fino alla porta per uscire. Ringraziare Dio per questo nostro incontro. Al loro ringraziamento mi unisco io per questa particolare esperienza”.– Conclude il parroco di Santa Lucia al Sepolcro.

Le meraviglie che compie il Signore non finiscono di stupirci: due cinesi che vengono in Sicilia per ammirare le opere di una terra famosa per l’arte, la cultura, la storia e si trovano davanti ad un fraticello siciliano che diversi anni fa dedicò la propria vita alla traduzione della Sacra Scrittura in lingua Cinese.

Oltre ad ammirare Santa Lucia, hanno scoperto il fondamento della scelta di questa ragazzina siracusana: Cristo che possono conoscere meglio leggendo e meditando la Sua Parola nella loro lingua.

Credo che questa visita in Sicilia rimarrà per sempre impresa nella mente e nel cuore di questi fratelli cinesi.

Grazie a Fra Daniele per averci raccontato questa meravigliosa storia di scoperta e di annuncio della Parola di Dio.

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *