Diocesi di Acireale, stasera a Castiglione di Sicilia la terza edizione de “La Notte Sacra”

Diocesi di Acireale, stasera a Castiglione di Sicilia la terza edizione de “La Notte Sacra”

Stasera, a partire dalle ore 21, avrà luogo a Castiglione di SiciliaLa Notte Sacra, giunta alla terza edizione. La “Notte Sacra”, che quest’anno ha come tema “La pace”, nasce dalla collaborazione tra il Comune di Castiglione di Sicilia, la comunità parrocchiale guidata da don Orazio Greco e la Fondazione Regina Margherita.

Dopo il fermo dovuto alla pandemia, si svolgerà nel borgo medievale l’atteso evento itinerante che vedrà coinvolte le piazze e le caratteristiche stradine del centro storico. Le chiese San Benedetto, Santi Pietro e Paolo, Sant’Antonio e la basilica della Madonna della Catena sono state inserite all’interno del percorso sacro.
Sarà occasione di promozione e valorizzazione del territorio attraverso l’arte, la musica e la fede. “La Notte sacra” si sviluppa in quattro tappe, dove preghiera, riflessioni, canti, recitazione e musica saranno gli strumenti che esalteranno il patrimonio culturale, che è risorsa per evangelizzare e realizzare la pace.

L’evento si aprirà con la benedizione del fuoco sul sagrato della chiesa di San Benedetto (prima tappa). Seguiranno i vespri, animati dal coro parrocchiale “Mater Catenae”. Il momento di preghiera sarà accompagnato dalle note di un quintetto d’archi che suonerà, anche, in altre occasioni durante la serata.
In un secondo momento (seconda tappa) si percorrerà la peculiare via che collega la chiesa di San Benedetto con la chiesa madre dedicata agli apostoli Pietro e Paolo, nella quale verranno letti brani sulla pace, nel ricordo di tutti i popoli che vivono guerre conosciute e dimenticate. All’interno della chiesa si assisterà a un concerto del maestro tenore Mimmo Ghegghi di origine castiglionese.

La terza tappa si svolgerà nella cornice della piazza nobiliare dedicata a Sant’Antonio Abate. La recitazione delle Beatitudini dell’evangelista Matteo sarà il momento centrale che vedrà, inoltre, la partecipazione di cittadini di origine straniera che interverranno nella propria lingua di origine. Poi ci si sposterà piazza Lauria dove i bambini accoglieranno le bandiere dei Paesi del mondo dove ancora oggi ci sono focolai di guerra. Sarà un momento di riflessione e di speranza.
Si percorrerà e così avrà inizio la quarta ed ultima tappa la via Eduardo Pantano per raggiungere la scalinata della basilica della Madonna della Catena dove i bambini consegneranno le bandiere e un piccolo gruppo porterà la scritta “pace” ai piedi della statua marmorea di scuola gaginiana. La recita del Santo Rosario chiuderà la notte sacra. Durante la preghiera verrà posto ai piedi dell’altare il manto della Madonna per la “vestizione”, in attesa della grande festa del 14 agosto, quando la statua marmorea percorrerà, in via del tutto eccezionale, le strade del borgo.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.