Vivere da sepolcri imbiancati o da risorti? a te la scelta

Vivere da sepolcri imbiancati o da risorti? a te la scelta

“Dio non è dei morti, ma dei viventi; perché tutti vivono per lui”.

di FraPè -Uno dei motivi il perché molti non credono ad una vita eterna è che noi che ci reputiamo cristiani spesso non viviamo da risorti. Il regno dei cieli è già qui e va quotidianamente costruito, va vissuto, va annunciato. Vivere da risorti significa imitare il chicco di grano che muore per avere la vita. Per vivere da risorti bisogna avere il coraggio di essere se stessi e rovesciare i macigni della mormorazione, dell’invidia, della gelosia, dell’arrivismo, del protagonismo… Un risorto vive con distacco le responsabilità e i ruoli, vive per l’altro vivendo in maniera gratuita la propria esistenza, sapendo condividere le gioie altrui.  Per risorgere bisogna avere il coraggio di morire ogni momento, ogni giorno in ogni situazione!

Il rischio è quello di vivere da sepolcri imbiancati convinti anche di essere dei padreterni

Capire che non siamo noi il Padre Eterno, già è un primo passo per ascoltare l’esortazione di Gesù che ci dice “alzati” risorgi. Risorgi da ciò che ti tiene nel sepolcro, da ciò che ti allontana dalle relazioni vere. Anche se si è feriti per qualcosa, si è veramente distrutti da ciò che la vita ci riserva, guardiamo Cristo Povero e Crocifisso per uscire dalle macerie, rovesciare le pietre sepolcrali e continuare a vivere in Cristo Gesù da uomini e donne tornate a vita nuova… da risorti.

A tutti una buona e santa serata!

Share