Palermo, Biagio Conte chiede di partecipare a Messa

Palermo, Biagio Conte chiede di partecipare a Messa

Una richiesta ben precisa espressa con un filo di voce o meglio il desiderio di partecipare alla Celebrazione Eucaristica che si sta celebrando in questo momento alla Missione di via Decollati, presso la ‘Casa di preghiera per tutti i popoli’, pensato come un ricovero per la fede e per il raccoglimento.

Un desiderio legittimo per chi ha fatto tutto per Cristo che ha voluto mischiarsi con i peccatori, identificarsi con gli “scartati” della società, quei “scartati che Fratel Biagio considera fratello o sorella. Il suo desiderio è quello di spezzare la Parola e il Pane della vita con i suoi compagni di viaggio, i tanti poveri che in questi lunghi anni sono stati accolti nella Missione fondata dal consacrato palermitano.

Come scrive LiveSicilia i fratelli della Missione Speranza e Carità non sanno se sia opportuno che il fondatore Fratel Biagio sia presente all’Eucarestia, perchè  un momento di preghiera potrebbe essere trasformato in show, in calca e creare disordine. Ogni manifestazione inappropriata, anche per estremo affetto, sarebbe un’offesa, sia pure involontaria.

Le condizioni di salute di Fratel Biagio sono stabili. – scrive Live Sicilia – I valori fondamentali non hanno ricevuto scossoni, in questi giorni. E’ aumentato il sopore a cui si alternano, sempre di meno, momenti di lucidità. Da una parte c’è una malattia avviata su una strada inesorabile. Dall’altra c’è un corpo abituato alla privazione, alla lotta, che viene alimentato con i liquidi. E c’è la grande fede che sorregge gli ultimi passi.

Sarà stato accontentato? una cosa è sicuro, la sua sofferenza è già una partecipazione al Sacrificio di Gesù tanto amato dallo stesso Fratel Biagio.

Share