Biagio Conte, come chicco di grano muore per vivere in eterno

Biagio Conte, come chicco di grano muore per vivere in eterno

di Roberto Puglisi – Caro Biagio, sei morto tante volte, per rinascere, e vivrai per sempre. Come quando scegliesti quello che volevi essere: l’ultimo tra gli ultimi, lasciando una casa sicura e cominciando un viaggio interminabile, sotto le stelle e i cieli, per le vie del mondo. E chissà quanto deve essere stato forte l’amore che, dopo i suoi dilemmi, ha accettato quella decisione. Tu sei diventato Biagio Conte anche perché figlio, fratello e amico di persone che ti hanno amato, senza domande, né condizioni. Caro Biagio, in quante occasioni sei morto e rinato. Ora sarai eterno.

Miracoli, sì, umanissimi. Li abbiamo visti, nei giorni scorsi, alla Missione. Ci sono state riconciliazioni al tuo capezzale. Ci sono state persone che si sono incontrate di nuovo, dopo anni. E si sono parlate. E c’è stato – questo il prodigio supremo – un profumo di gioia, nell’incedere del dolore. Come se essere lì, con te, in quei momenti, fosse il pegno dello stare insieme e non lasciarsi più.

 (Fonte: Sicilialieve.it – Roberto Puglisi)
Share