Olio: studio, l’extravergine è buono e fa bene alla salute

Olio: studio, l’extravergine è buono e fa bene alla salute

L’olio extravergine di oliva, col suo alto contenuto di polifenoli, ha effetti terapeutici nei soggetti affetti da sindrome metabolica da sovrappeso, prediabete, diabete e ipertensione. È il risultato dello studio scientifico portato avanti dall’Università degli studi di Palermo, presentato questa mattina alla quindicesima edizione de “L’Isola del Tesolio.Filiera e sostenibilità, le sfide future per un settore oleario di qualità”, il convegno organizzato dal Cofiol, il consorzio della filiera olivicola, all’Orto Botanico di Palermo.

“Aggiungendo l’olio extravergine di oliva nella dieta di questi pazienti – ha spiegato Lydia Giannitrapani, docente di fisiopatologia e metodologia clinica alla facoltà di Medicina dell’Università di Palermo – in soli sei mesi c’è stato un miglioramento significativo di alcuni parametri biochimici”.
La Sicilia occupa il terzo posto in Italia per quantità di olio prodotto dopo Puglia e Calabria, vanta il primato per la più grande superficie biologica coltivata e per i giovani under 35 titolari di aziende agricole. “Dal 2 ottobre del 2013, data in cui è nato il Comitato promotore IGP Sicilia, è stata fatta molta strada – ha sottolineato Dario Cartabellotta, dirigente generale del dipartimento di Agricoltura della Regione – per merito di tutti quei produttori che nel tempo si sono aggregati alla grande famiglia dell’olio extravergine di oliva. Oggi l’olio è entrato a pieno titolo in quelli che definiamo i gioielli di famiglia dell’agricoltura siciliana, insieme all’IGP, al DOC, al biologico”.

Tra i vari progetti di cui si è parlato nel corso dell’incontro, quello supportato dal ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali con i fondi del PNRR, che coinvolge le filiere siciliane, pugliesi e calabresi puntando al riammodernamento di uliveti e frantoi, ma anche al miglioramento dei parametri di promozione e commercializzazione. Consegnati poi i premi della “Selezione Speciale Barbera”ideata da Manfredi Barbera, amministratore delegato dell’omonima azienda olivicola, ad alcune eccellenze del settore agroalimentare.

Share