• 23 Luglio 2024 16:21

Quotidiano di ispirazione cristiana e francescana

Il Cardinale Parolin alla Chiesa di Acireale: “preghiamo per il Sinodo dei Vescovi”

Il Segretario di Stato della Santa Sede intervistato da Chiara Costanzo, UCS Acireale, durante uno stage per giornalisti “Vogliamo rispondere alle sfide del nostro tempo con il messaggio di speranza e amore di Gesù Cristo”

Chiara Costanzo, collaboratrice dell’ Ufficio Comunicazioni Sociali della diocesi acese, durante uno stage a Roma presso l’agenzia Sir, ha avuto la possibilità di incontrare il cardinale Pietro Parolin per approfondire l’inizio della seconda fase del Sinodo dei Vescovi che si svolgerà il prossimo ottobre che con grande fervore e senso di unità, la Chiesa Cattolica si prepara a vivere.

Quest’evento, tanto atteso e preparato, rappresenta un momento di grazia e riflessione sotto l’ispirazione dello Spirito Santo, voluto fortemente da Papa Francesco.

Il Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato della Santa Sede, così dichiara nell’intervista rilasciata a Chiara Costanzo: “Invito tutti i fedeli della Diocesi di Acireale a sentirsi partecipi di questo momento di grazia. La preparazione e lo svolgimento del Sinodo dei Vescovi richiedono il sostegno e la preghiera di tutta la comunità ecclesiale. Preghiamo affinché lo Spirito Santo guidi i lavori sinodali e illumini i partecipanti, affinché possano discernere la volontà di Dio per la Chiesa e per il mondo”.

E conclude

“Mentre ci avviciniamo a questo importante appuntamento, è essenziale mantenere viva la consapevolezza dell’importanza della sinodalità che ci guida verso una Chiesa più unita e missionaria, capace di rispondere alle sfide del nostro tempo con il messaggio di speranza e amore di Gesù Cristo”.

Il Sinodo e l’Instrumentum Laboris

In questi giorni sarà completato l’Instrumentum Laboris, il documento guida che sarà ulteriormente esaminato e discusso dai partecipanti durante la sessione sinodale di ottobre. Questo testo fondamentale offre una base di riflessione sui temi chiave del Sinodo: comunione, partecipazione e missione che trovano il loro compimento nell’annuncio del Vangelo.

  • Comunione: rappresenta il legame profondo tra i fedeli e la Chiesa, uniti nella fede e nella carità.
  • Partecipazione: indica il coinvolgimento attivo di tutti i membri della Chiesa, dal clero ai laici, nel processo decisionale e nella vita comunitaria.
  • Missione: È il cuore pulsante della sinodalità, l’annuncio del Vangelo all’uomo contemporaneo, nella situazione in cui si trova.

Verso l’Anno Santo 2025

Questo cammino sinodale si inserisce nell’attesa dell’Anno Santo 2025, il cui tema sarà la speranza. In un mondo segnato da conflitti e incertezze, la speranza cristiana diventa un faro di luce e di pace. L’Anno Santo sarà un’occasione per rinnovare la fede e riscoprire la bellezza della speranza che Cristo porta nelle nostre vite.

Chiara Costanzo ha concluso questa esperienza formativa ed arricchente presso la redazione apprendendo l’importanza della deontologia giornalistica e delle relazioni costruite e sviluppando competenze preziose che metterà a frutto per la vita diocesana.