• 15 Aprile 2024 10:31

Quotidiano di ispirazione cristiana e francescana

Messina. Da campo da calcio a parcheggio, Leanza non ci sta

Diilsycomoro

Gen 26, 2024

Una richiesta ufficiale di revoca dello sfratto del campo di calcio “Ex Mandalari – Bellinzona”, per adibirlo a parcheggio. Anche Calogero Leanza, deputato del PD all’Ars si unisce al coro di protesta contro la decisione inviando ufficialmente una richiesta a Domenico Sindoni, direttore generale dell’ASP di Messina e alla dottoressa Catena Di Blasi, direttrice amministrativa.

«Con la presente – scrive Leanza- intendo esprimere la mia forte preoccupazione per la decisione di adibire l’area “Ex Mandalari – Bellinzona”, in cui vi sono attualmente i campetti di calcio, ad un parcheggio. Ritengo che tale decisione sia dannosa per il bene della comunità, in particolare per i bambini e i ragazzi che frequentano il campo di calcio quotidianamente. Si tratta di un’opportunità unica e gratuita di praticare uno sport sano e divertente, di stare in compagnia e di allontanarsi dai pericoli della strada»

«Il campo di calcio -spiega- è stato realizzato e gestito dalla Società Bellinzona dal 2000, in conformità con quanto previsto dal signor Mandalari nel suo lascito. La società ha investito tempo e risorse per bonificare l’area, renderla sicura e accogliente, e offrire un servizio di qualità a tutti i bambini, anche diversamente abili, che vogliono giocare a calcio. Il campo ospita cinque società sportive e decine di bambini che si allenano ogni giorno gratuitamente, senza alcuno scopo di lucro. La revoca del comodato e lo sfratto del campo di calcio sarebbero un duro colpo per il tessuto sociale del quartiere di Giostra, che perderebbe un punto di riferimento e un luogo di aggregazione»

«Inoltre -conclude- si priverebbero i bambini e i ragazzi di un’occasione di crescita personale e di integrazione, costringendoli a cercare altre alternative, spesso più costose o meno sicure. Per questi motivi, chiedo con forza di rivedere la decisione di destinare l’area campetti di calcio a un parcheggio, certo che l’ASP di Messina sia sensibile alle esigenze del territorio e alla salvaguardia delle attività sportive e sociali»