• 14 Giugno 2024 22:03

Quotidiano di ispirazione cristiana e francescana

Salvini a Messina, Parlare di ponte per non parlare di altro

di Francesco Polizzotti – Per la gioia dei No Ponte, torna a grande richiesta nella città di Messina il ministro ai trasporti Matteo Salvini. Politico che vanta in città e alla Regione sostenitori importanti. Diciamo senza troppi giri di parole. La questione ponte serve a tutti. Chi è a favore e chi è contro a distrarre la città dalle incompiute storiche. E Salvini lo ha capito bene.
Ricordo quando il povero Micciche’ al CIPE elemosinava risorse per il Mezzogiorno al Ministro Roberto Maroni, risorse puntualmente rinviate a data da concordarsi perché nella logica leghista i meridionali non sanno spedenderle.
Anche in questo governo, sia pure con più prudenza nel farsi scoprire, la i ministri leghisti hanno stabilito una regola. Al sud risorse ma non in più, semmai prese da altri capitoli di spesa sempre stanziati per il sud. Succede così che nella recente manovra c’è anche lo svuotamento del fondo perequativo infrastrutturale: restano solo 900 milioni rispetto agli iniziali 4,6 miliardi di euro.
Un più vengono meno i denari per le scuole. Tutte spostate sul Ponte, ponte che copre ogni altro argomento sulla città. Lo abbiamo visto con la Schlein, lo si vedrà domani al gotha leghista. E i messinesi, loro malgrado sugli spalti a vedersi il lancio della carta igienica da parte dei no ponte e i saluti con tanto di plastico di Salvini.