• 23 Maggio 2024 5:53

Quotidiano di ispirazione cristiana e francescana

San Fratello, esercenti nell’Aula Consigliare manifestano proprio dissenso nei confronti dell’Asp di Messina

di FraPè – Così come preannunciato, i baristi di San Fratello che stanno ricevendo la solidarietà di tutti gli abitanti dell’antico borgo nebroideo, sono riuniti nell’Aula Consigliare assieme all’Avvocato Paolo Rotelli, per sottoscrivere un comunicato che andrà inviato a tutti gli organi di comunicazione, alle ASP di Messina e Sant’Agata Militello e a tutti gli organi competenti.

Nell’Aula Consigliare del Comune di San Fratello, oltre i baristi sono presenti tutti i commercianti del luogo per protestare e far valere le loro ragioni riguardo ai controlli a setaccio che l’Asp di Messina sta effettuando nei confronti di tutti i bar del luogo, sanzionando pesantemente gli esercenti. La questione è basata sulla validità delle licenze rilasciate dall’Asp di Sant’Agata Militello. Ovviamente per l’ente santagatese sono valide, mentre per i sanitari dell’Asp di Messina non lo sono.  Inoltre i sanitari dell’ Asp di Messina, hanno sanzionato e obbligato alla chiusura diversi bar per la costruzione di un terzo bagno oltre ai due che la legge Italiana prevede. Anche in questo caso non è chiara l’applicazione della legge che i sanitari messinesi stanno facendo osservare. A pagare ovviamente  sono i lavoratori e le loro famiglie.

Speriamo che l’incontro di oggi possa fare chiarezza su tutta la questione.