• 23 Maggio 2024 5:57

Quotidiano di ispirazione cristiana e francescana

Promuove l’eco-spiritualità, stili di vita e mobilitazioni la “Settimana Laudato si’ 2023” apertasi domenica scorsa, 21 maggio, e che si concluderà il 28 maggio. Nove giorni per celebrare l’ottavo anniversario della pubblicazione dell’enciclica di Papa Francesco sulla cura della casa comune che ricorre oggi, 24 maggio. Sul portale dell’iniziativa è disponibile un’apposita guida che suggerisce come salvaguardare la Terra attraverso gesti semplici e comportamenti quotidiani. Il piccolo manuale invita anzitutto a realizzare giardini per la contemplazione, per onorare, nel mese di maggio, la Vergine Maria, “mentre ci si prende cura della Madre Terra”, e per promuovere la biodiversità, coltivando fiori, frutta e verdura e ancora consiglia passeggiate nella natura e momenti di preghiera all’aperto. Esorta poi a creare aiuole, piccoli spazi verdi o vasi di piante, ad organizzare o partecipare ad attività di pulizia in quartieri, spiagge, fiumi, laghi, sentieri e parchi. Nella vita quotidiana l’invito è, ad esempio, a scegliere borse della spesa riutilizzabili, a ridurre gli sprechi alimentari utilizzando in modo creativo gli avanzi, a utilizzare prodotti naturali per la pulizia. Infine per sensibilizzare la gente alle problematiche del Pianeta, si consiglia di coinvolgere le parrocchie, di fare la propria parte e contribuire a ridare vita alla biodiversità, di partecipare alle campagne di difesa regionale organizzate dal Movimento Laudato si’. Per incentivare manifestazioni, iniziative ed eventi il sito della Settimana offre anche diverse altre risorse, tra le quali la preghiera per celebrare i nove giorni “verdi”.

Quattro gli eventi globali proposti. Ieri, a Roma, all’Istituto Svedese di Studi Classici di Roma, a Villa Borghese, si è svolta la tavola rotonda “Speranza per la Terra. Speranza per l’Umanità” – organizzata dal Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale in collaborazione con l’Ambasciata di Svezia presso la Santa Sede – che ha messo luce la necessità di un dialogo fecondo tra teologia e scienza, tra i bisogni dell’uomo e quelli della natura, tra le ferite spirituali e quelle causate all’ambiente. Un dialogo, è stato evidenziato, da intendere come un’esperienza generativa cruciale, un’esperienza di speranza e collaborazione. All’incontro si sono confrontati tra gli altri, il cardinale Michael Czerny, prefetto del Dicastero per il Servizio allo Sviluppo Umano Integrale, Ulf Hansson, direttore dell’Istituto Svedese di Studi Classici di Roma, Andrés Jato, ambasciatore di Svezia presso la Santa Sede, Måns Nilsson, direttore esecutivo dello Stockholm Environment Institute, e Tomás Insua, presidente del Movimento Laudato Si’. Nel contesto dell’iniziativa è stato presentato il progetto del booklet “La nostra casa comune. Una guida per prendersi cura del nostro pianeta”, promosso dal Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale insieme con lo Stockholm Environment Institute. Si tratta di un depliant illustrato che mette in connessione il cambiamento climatico, la biodiversità e l’uso sostenibile delle risorse con i messaggi dell’Enciclica Laudato si’ di Papa Francesco e che è stato distribuito in piazza San Pietro domenica scorsa, dopo il Regina Caeli. “Invito tutti a collaborare per la cura della nostra casa comune: c’è tanto bisogno di mettere insieme competenze e creatività” ha detto il Pontefice dopo la preghiera mariana ricordando la Settimana Laudato si’.

Gli altri eventi globali della Settimana Laudato si’ 2023

Domani, nella Sala Stampa della Santa Sede, alle 11.30, è in programma la conferenza stampa per la diffusione del Messaggio della Giornata Mondiale di Preghiera per la Cura del Creato, mentre il 27 maggio, alle 19, è previsto l’evento on line “Rispondendo al film La Lettera”, lungometraggio che racconta la storia di un viaggio a Roma di leader in prima linea per discutere la lettera enciclica Laudato Si’ con Papa Francesco. Il film “La lettera. Un messaggio per la nostra Terra” è disponibile su web e il Movimento Laudato si’ invita ad organizzare proiezioni comunitarie. Si tratta di un esclusivo dialogo con il Papa che offre uno sguardo rivelatore sulla vicenda personale di Papa Francesco e storie inedite. L’appuntamento si sabato prossimo vuole unire i cattolici per rallegrarsi dei progressi che compiuti su impulso della Laudato Si’ e mostrare come i protagonisti del film La Lettera lo stanno già facendo. Infine, l’ultimo evento globale è previsto il 28 maggio, domenica di Pentecoste. Si tratta dell’invio missionario degli animatori Laudato si’, che avverrà ad Assisi durante una celebrazione liturgica in diretta sul portale della Settimana.