• 21 Aprile 2024 0:13

Quotidiano di ispirazione cristiana e francescana

Diocesi di Patti. Scuola di Formazione Teologica per candidati ai ministeri istituiti

Diilsycomoro

Dic 21, 2023

L’Istituto Teologico-Pastorale “Monsignor Angelo Ficarra” della diocesi di Patti, d’intesa con gli uffici Catechistico e Liturgico,  propone la Scuola di Formazione Teologica per i candidati ai ministeri istituti del Lettore, dell’Accolito e del Catechista. Il percorso formativo avrà la durata di due anni, con incontri di formazione teologica a cadenza settimanale, da gennaio a maggio, che si svolgeranno a Sant’Agata Militello, nei locali dell’istituto “Zito”, lunedì pomeriggio dalle 16 alle 19.15. Tale percorso una dimensione pratica, che si avvarrà dell’esperienza di alcuni parroci, ed una teologico-spirituale che fornisca i necessari fondamenti all’azione liturgica e alla comunione eucaristica, alla Parola annunziata e celebrata e al servizio della catechesi.

Due le fasi previste: la prima sarà quella parrocchiale di discernimento e le persone candidabili andranno individuate tra quanti esercitano in modo stabile ministeri di fatto nella liturgia e nella catechesi. La seconda fase sarà quella diocesana che prevede, appunto, il cammino di formazione di due anni. Nel primo verranno offerti contenuti comuni ai tre ministeri istituiti così da formare tutti i candidati a una medesima visione del servizio ecclesiale e favorire la collaborazione tra i vari servizi. Nel secondo anno, invece, si svolgeranno incontri specifici per i singoli ministeri, con lezioni frontali e laboratori. Sono previsti anche incontri di accompagnamento spirituale e momenti comunitari di preghiera e di meditazione (il 28 gennaio – ritiro spirituale – , il 17 marzo – ritiro di Quaresima – e il 9 giugno – ritiro spirituale di fine anno – tutti nel Centro Pastorale “Maria Santissima del Tindari” di Castell’Umberto).

Entro il prossimo 30 dicembre i parroci dovranno comunicare all’Ufficio Cancelleria della Curia Diocesana i candidati della propria parrocchia, consegnando le due schede “Domanda del parroco” e “Modulo di iscrizione”.